Home > Senza categoria > CAMPI DI CALCIO, ANDARE IN TILT E CINEPANETTONI

CAMPI DI CALCIO, ANDARE IN TILT E CINEPANETTONI

CAMPI DI CALCIO, ANDARE IN TILT E CINEPANETTONI 

È ormai lessico comune dei “Media” esprimersi in tal modo (come sopra).

Da lungo tempo, ormai, le antiche, obsolete unità di misura sono state abbandonate.

Il “mq”, infatti, non esprime e soprattutto non illustra in modo sufficiente il concetto di superficie. Vuoi dire a una vecchietta che la “tale superficie” misura “tot mq”? Che ogni anno vanno persi milioni di “mq” di terra coltivabile per costruirvici su degli orrendi anonimi fabbricati? Ma scherziamo? Alla vecchietta devi dire che ogni anno va persa una superficie di terra coltivabile pari a 100.000 campi di calcio! Che, notoriamente, le vecchiette, questa è l’unità di misura che da sempre adottano e preferiscono: il “campo di calcio”.

Io me la ricordo la vecchietta che stava nell’appartamento accanto al mio, più o meno 100 anni fa, e mi ricordo che si diceva che quando andava dal negoziante di stoffe per acquistare uno “scampolo”, per farci una sottoveste, un grembiule o una camicetta, immancabilmente così richiedeva che il medesimo fosse:

“Cal sia la sinq millesima part d’n campo di calcio, né pì né meno.”

(Che sia la cinque millesima parte di un campo di calcio, né più né meno.)

E si diceva anche che, quando il venditore di stoffe, vecchio risaputo birbante, forbice in mano e cicca in bocca, le domandasse: “Del Tor o d’la Juve?” la vecchietta immancabilmente andasse in “tilt”. E allora il negoziante di stoffe, nonché vecchio risaputo birbante, rimediava dicendo: “Ho capito faccio me!” e quindi, dopo aver leggermente inciso la stoffa con i denti in un punto ben preciso, dava uno strappo alla medesima con ambo le mani cosicché ne ricavasse lo scampolo della misura richiesta e desiderata. Così: “Straaaappp!!!”

Ovvero: la “cinque millesima parte di un campo di calcio”.

La vecchietta, quindi, si prendeva il suo pacchetto con la stoffa adatta a confezionare un grembiule, una sottoveste o una camicetta, e se ne tornava verso casa, lentamente e soddisfatta, rimuginando di vedersi l’ultimo “cinepanettone”, datosi che si era sotto le feste di Natale.

Che altro?

Niente.

Ah, no, mi correggo: …datosi che si era sotto le feste di Natale e Capodanno!

Ciao ciao

Categorie:Senza categoria Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Codice di sicurezza: